Il blog di www.copylefteratura.org

Home » Uncategorized

Category Archives: Uncategorized

è partito il conto alla rEUvescia…

brexit

Racconto su Neobar

un nuovo racconto su Neobar

leggere sorprese2

Congelamento funebre

 

*

(in caso di cose da dire all’autore: malosmannaja@libero.it)

qualcosa è andato storto…

“Per la prima volta nella storia contemporanea, nell’anno passato i 400 più ricchi d’america hanno pagato un’aliquota fiscale totale (comprensiva di tasse federali, statali e locali) PIU’ BASSA di qualsiasi altra fascia di reddito”

(David Leonhardft per il New York Time, online edition

tax rate 1950tax rate 1980tax rate 2000tax rate 2018

 

Il fatto è che nel magico mondo del liberismo finanziario globale, la mobilità dei capitali, delle risorse umane, degli investimenti e della produzione è senza limiti e le multinazionali spostano semplicemente la sede fiscale dove ricevono trattamenti di favore. (altro…)

l’italietta ‘gnurante

cultural indluence

gentile omaggio alla feccia autorazzista: pigliate su e portate a casa…

 

Democrazia e banche centrali

Risultati immagini per central bank vampire

*

ascoltiamo le parole di Axel Leijonhufvud, professore di Teoria e Politica Monetaria all’Università di Trento, Italy, e professore emerito presso il Dipartimento dell’Economia della University of California, Los Angeles (nota anche come UCLA):

“La politica monetaria implica scelte tipo se fare inflazione o deflazione, se favorire debitori o creditori, se salvare in modo selettivo alcuni e non altri, se consentire o impedire alle banche di colludere… Nessun paese democratico può lasciare queste decisioni a tecnici non eletti.”

come ben chiosa ne “Il tramonto dell’Euro” il prof. Alberto Bagnai, professore associato di Politica Economica all’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti, Italy:

“Dato che in un’economia di mercato decisioni simili sono sempre all’ordine del giorno, se ne trae l’ovvia conclusione che l’indipendenza della Banca Centrale è incompatibile con la democrazia“.

Elezioni Europee 2019

torquemario monti

 

Attendevo che Mario Monti, puntuale come uno strozzino, mi illuminasse su come votare, togliendomi ogni residuo dubbio. Infatti eccolo.

“Su quello che è diventato il termine centrale della questione cioè sovranista o no, cioè si vuole sperare in una maggiore sovranità nazionale italiana, pensando che così si possa governare meglio e più efficacemente il paese, ecco, su questa linea mi sembra rimasto Salvini… Di Maio è a contorni più indefiniti, ma mi sembra che, sia nella sostanza che nei toni, stia diventando più compatibile con la mainstream dell’Unione Europea.”

(Mario Monti  a L’aria che tira su La7 del 21/05/2019)

Bingo.

mani non sorvegliate e fenomeni “naturali”

gramsci

“Dei fatti maturano nell’ombra, perché mani non sorvegliate da nessun controllo tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora. I destini di un’epoca sono manipolati a seconda delle visioni ristrette, degli scopi immediati di piccoli gruppi attivi, e la massa dei cittadini ignora. Ma i fatti che hanno maturato vengono a sfociare, ma la tela tessuta nell’ombra arriva a compimento, e allora sembra che la fatalità travolga tutto e tutti, che la storia (o la crisi economica) non sia che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto, del quale rimangono vittima tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo, chi indifferente. E alcuni piagnucolano pietosamente, altri ridono beffardi, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno, o pochi, si domandano: se avessi anch’io fatto il mio dovere di uomo, se avessi cercato di far valere la mia voce, il mio parere, la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?”

(L’indifferenza, 26 agosto 1916; p. 141, Antonio Gramsci).